Archivio per febbraio, 2009

16.4.09 Hanna Marshall + ospiti

Posted in date già passate on febbraio 27, 2009 by iatoconcerti


Giovedì 16 aprile
ore 22:00
Il Cantiere
Via G. Modena 92, Roma

iato presenta

Hannah Marshall + ospiti

Hannah Marshall (GB): violoncello
Luca Tilli (I): violoncello
Alberto Fiori (I): pianoforte
Luca Venitucci (I): fisarmonica
Fabrizio Spera (I): batteria


Allieva di John Stevens, collaboratrice di numerosi musicisti tra i quali Veryan Weston, Steve Beresford, Tony Buck, Luc Ex, Lol Coxhill, Tim Hodgkinson, John Edwards, la violoncellista e polistrumentista Hanna Marshall è tra i più interessanti musicisti emersi dalle nuove leve della musica improvvisata inglese. Suonerà in diverse combinazioni con quattro improvvisatori fortemente attivi sulla scena romana, quali Luca Tilli, Alberto Fiori, Fabrizio Spera e Luca Venitucci.

Nata a South London nel 1973, Hannah Marshall suona violoncello, fisarmonica, sega musicale, pianoforte, e canta. Improvvisa, scrive musica per sè stessa e per altri musicisti, anche per teatro, danza, performance, film e altri media. Occasionalmente partecipa a performances e azioni teatrali. Ha studiato alla Guidhall School of Music and Drama di Londra, e con John Stevens.

Ha suonato con Veryan Weston, Steve Beresford, Ian r Watson, Alison Blunt, Ingrid Laubrck, Menlo Park, Jimmy Livingstone, Polar Bear, The People Show, Improbable Theatre, Pete Flood, Carolyne Kraabel, Kay Grant, Tram, Bob Cobbing, London Improvisers orchestra, Freedom of the City, Tony Buck, Luc Ex, Isabelle Duthoit, Lol Coxhill, Quintet of Uncertainty, Arnold Dreyblatt, Ntshucks Bonga, Ivor kallin, Resonance Radio Orchestra, Little Angel Theatre, Atlantic Waves,The Ding Foundation, Ansuman Biswas, Petr’s Pulse, Atlantic Waves, Terry Day, Sol, Npai festival, Neolithic Cinema, Paul Burwell, Tim Hodgkinson, Roger Turner, Soup, The Young Vic, Robbie Knight, The London Institute, Satako Fukuda, John Edwards, Dylan Bates, Barrel, The Ding Foundation, Terry Day.

www.myspace.com/hannahmarshallmusician

12.3.09 Marraffa-Spera-Zerang

Posted in date già passate on febbraio 27, 2009 by iatoconcerti


Giovedì 12 marzo
ore 22:00
Il Cantiere
Via G. Modena 92, Roma

iato presenta

Edoardo Marraffa (I): Saxofoni
Fabrizio Spera (I): batteria
Michael Zerang (USA): batteria


Un’occasione per vedere dal vivo uno dei batteristi più interessanti dell’attuale scena del jazz d’avanguardia e della musica improvvisata.
Michael Zerang, membro di gruppi come il Chicago Tentet di Peter Brotzmann e il Survival Unit di Joe McPhee si esibirà in duo e trio con
Fabrizio Spera e Edoardo Marraffa.


Edoardo Marraffa Inizia a suonare nel 1987 e frequenta Siena Jazz.
Incontra Roberto Bellatalla e Stefano Lunardi nel 1990; con loro si avvicina alla musica improvvisata. Nel 1993 si trasferisce a Bologna dove fonda insieme ad altri musicisti“Bassesfere” un collettivo che attualmente comprende Fabrizio Puglisi, Luigi Mosso, Alberto Capelli,Vincenzo Vasi, Antonio Borghini, Cristiano Calcagnile, Mirko Sabatini, Pasquale Mirra, Enrico Sartori. Dal 1995 al 2000 lavora stabilmente con: Specchio Ensemble, Vakki Plakkula, Paolo Angeli, 66six ed in solo. Attualmente è impegnato col suo quartetto Mrafi, Memorial Barbecue, Blast Unit Orchestra; inoltre fa parte di vari progetti di Tristan Honsinger come Coda del Vento, Galleria San Francesco, Dilemma e Small Talk, collabora infine con Olaf Rupp, Giovanni Maier e l’artista Massimo Bartolini, fa parte di due nuovi quartetti, uno comprendente Tristan Honsinger, Eugenio Sanna e John Edwards e l’altro con Alberto Braida, Fabrizio Spera ed Antonio Borghini.
Un articolo su Edoardo Marraffa di Stefano Zorzanello
www.bassesfere.com


Fabrizio Spera attivo da anni come musicista e organizzatore nell’ambito delle musiche di ricerca. Dalla fine degli anni ’80 si dedica prevalentemente alla pratica dell’improvvisazione, e all’elaborazione di progetti di musica composta e improvvisata, spesso a cavallo dei generi e di impostazione deliberatamente non convenzionale. Ha suonato e collaborato, tra gli altri, con: Peter Kowald, Mike Cooper, Jon Rose, Otomo Yoshihide, Tim Hodgkinson, Tom Cora, Mario Schiano, Tristan Honsinger, Wolfgang Fuchs, Thomas Lehn, Ab Baars, Ig Henneman, Chris Cutler, Rhodri Davies, Lol Coxhill, Michel Doneda, Jerome Noetinger, John Butcher, Wadada, Leo Smith, Lisle Ellis… Stabilmente lavora con i gruppi: Ossatura, Blast, Trio (John Butcher, John Edwards), Di Terra (Alberto Braida, Lisle Ellis).
Fabrizio Spera intervista ( www.cloudsandclocks.net)
Fabrizio Spera bio


Michael Zerang was born in Chicago, Illinois and is a first generation American of Assyrian decent. He has been a professional musician, composer, and producer since 1976, focusing extensively on improvised music, free jazz, contemporary composition, puppet theater, experimental theater, and international musical forms. He has collaborated extensively with contemporary theater, dance, and other multidisciplinary forms and has received three Joseph Jefferson Awards for Original Music Composition in Theater, in 1996, 1998, and 2000. He has over sixty titles in his discography and has toured nationally and internationally since 1981 with and ever-widening pool of collaborators. He was the artistic director of the Link’s Hall Performance Series from 1985-1989 where he produced over 300 concerts of jazz, traditional ethnic folk music, electronic music, and other forms of forward thinking music. He continued to produce concerts at Cafe Urbus Orbis from 1994-1996, and at his own space, The Candlestick Maker in Chicago’s Albany Park neighborhood, from 2001 – 2005. He has taught as a guest artist at The School of the Art Institute of Chicago in performance technique, sound design, and sound/music as it relates to puppetry; rhythmic analysis for dancers at The Dance Center of Columbia College, Northwestern University, and MoMing Dance and Arts Center; courses in Composer – Choreographer Collaborations at Northwestern University; music to children at The Jane Adams Hull House. He has held workshops in improvisational music and percussion technique and teaches private lessons in rhythmic analysis, music composition, and percussion technique.
www.michaelzerang.com

19.2.09 Guazzaloca-Guerri

Posted in date già passate with tags , , , on febbraio 8, 2009 by iatoconcerti


Giovedì 19 febbraio – ore 22
Il Cantiere – Via G. Modena 92, Roma
iato presenta

Nicola Guazzaloca: pianoforte
Francesco Guerri: violoncello


Un concerto di musica improvvisata proposto da un duo di giovani musicisti molto attivi nella scena avant-jazz bolognese, componenti di gruppi quali Comanda Barabba e collettivo GNU e collaboratori di Carla Bozulich, Lawrence D. “Butch” Morris, Tristan Honsinger, Gianluca Petrella, Madam P, Stefano Giust, Cristian Calcagnile, Vincenzo Vasi e molti altri musicisti.


Principalmente autodidatta, Nicola Guazzaloca inizia a suonare nel 1988, sviluppando poi un percorso estremamente eterodosso. Ha approfondito la propria preparazione nel corso degli anni frequentando seminari pianistici (Marsala Jazz con S. Bonafede, S. Anna Arresi Jazz con U. Petrin, Ravenna Jazz con D. Rea – Doctor 3 piano trio), masterclass (con William Parker, Anthony Braxton, Roscoe Mitchell, Muhal R. Abrahams, Giancarlo Schiaffini, Marc Ribot) e laboratori d’insieme (Tristan Honsinger, Edoardo Marraffa, Barre Phillips), imparando molto dalla diretta attività musicale, di pratica, ricerca e progettazione insieme ad altri musicisti. Ha composto e suonato per cinema e teatro (premi: Prima Aziz, Interculture Map, Favolando). Attivo negli ambiti della musica di ricerca e dell’avant-jazz, riserva molte energie allo sviluppo di una voce strumentale personale, alla composizione e all’arrangiamento. Nel 2007 viene indicato tra i migliori compositori nel “top jazz” della rivista Musica Jazz. E’ pianista, compositore e co-fondatore del quintetto Comanda Barabba, formato nel 2000. In seguito alla pubblicazione del concerto tenuto per la trasmissione “Battiti” (Rai Radio 3) il quintetto è stato indicato tra le migliori formazioni nel “top jazz” della rivista Musica Jazz. Suona stabilmente in duo con il sassofonista e clarinettista Tim Trevor-Briscoe, presente anche nel quintetto Comanda Barabba; con il sassofonista Edoardo Marraffa e il violoncellista Francesco Guerri in duo e trio; con il violoncellista Tristan Honsinger in alcuni suoi gruppi; nel collettivo “Fete Foreign” ideato e condotto dal contrabbassista Barre Phillips; nel quartetto avant-jazz Oort Cloud e nel quartetto Samsingen guidato da Anna Kajsa-Holmberg. E’ coordinatore delle Gnu open session (incontri di improvvisazione aperti), che hanno luogo presso la Scuola Popolare di Musica “Ivan Illich” a Bologna, dove insegna e collabora alle attività. Le Open Session nascono dalla collaborazione tra la SPM Ivan Illich e il collettivo GNU, del quale è membro, recentemente costituito insieme ad altri improvvisatori e musicisti della scena avant-jazz. Vive e lavora a Bologna.
www.myspace.com/nicolaguazzaloca


Francesco Guerri intraprende studi classici diplomandosi in violoncello nel Giugno 2000 presso il conservatorio “B.Madera” di Cesena con il massimo dei voti. Suona in diverse formazioni orchestrali fra cui: Orchestra Sinfonica di Pesaro, Orchestra Bruno Maderna, Cork Symphony Orchestra (Ireland), UCC Symphony Orchestra (Ireland). Dopo il diploma si avvicina alla libera improvvisazione. Nel Maggio 2006 suona alla sedicesima edizione del festival Angelica con i progetti: “Emyoueseyesee” di Lawrence D. “Butch” Morris e “Camera Lirica” di Domenico Caliri. Alcuni musicisti con cui ha collaborato negli ultimi anni: Tara Barnes, Antonio Borghini, Tim Trevor Briscoe, Paolo Botti, Carla Bozulich, Cristian Calcagnile, Domenico Caliri, Dimitri Grechi Espinoza, Giovanni Falvo, Christian Ferlaino, Alberto Fiori, Tristan Honsinger, Cris Jemulo, Gianni Gebbia, Edoardo Marraffa, Pasquale Mirra, Fabrizio Puglisi, Gianluca Petrella, Mirko Sabatini, Enrico Sartori, Gaetano Santoro, Beppe Scardino, Michael Thieke, Vincenzo Vasi.
www.myspace.com/francescoguerricello



guerriguazz_small

26.2.09 I Cani Volanti

Posted in date già passate on febbraio 8, 2009 by iatoconcerti

canivolanti_iato

Cooper – Curran 2005

Posted in documenti storici on febbraio 2, 2009 by iatoconcerti

Dom 11 e Lun 12 gennaio 2005

Start The New Year Right
al più grande concerto del secolo

Godzilla incontra KingKlang
Kid Ananas vs. Mr. America
ovvero:

Mike Cooper e Alvin Curran

vi invitano ad una ricchissima tavola-sonora
con mille portate
e ogni immaginabile consequenza

special guest:
Stefano Zorzanello
con il suo ottavino orchestra

21.2.09 Amy Denio – Luca Venitucci – Fabrizio Spera

Posted in segnalazioni on febbraio 1, 2009 by iatoconcerti


Sabato 21 Febbraio – ore 21:30
Off!cine Cinema Bistro’
Via del Pigneto 215
www.officinepigneto.it

Amy Denio: voce, sax contralto, clarinetto, fisarmonica, loop-delay
Luca Venitucci: voce, fisarmonica, tastiere-laptop
Fabrizio Spera: batteria



amy



Benché si conoscano da quasi vent’anni, Amy Denio, Luca Venitucci e Fabrizio Spera hanno tenuto il loro primo concerto in trio soltanto due anni fa a Roma, un concerto di musica totalmente improvvisata come quello di stasera. Grazie alla versatilità e alla molteplicità di approcci che li contraddistingue, Denio, Venitucci e Spera sono in grado di produrre con piglio leggero un coinvolgente set di vere e proprie composizioni istantanee, in cui i più disparati linguaggi musicali e verbali vengono mescolati e ricomposti. Si spazia da episodi fortemente ritmici e ricchi di groove a momenti più astratti e sonori al limite della psichedelia e del free, in cui trattamenti sonori e delay schiudono quadri sonori inaspettati e sorprendenti.

Cantante, polistrumentista, compositrice e improvvisatrice, Amy Denio ha al suo attivo più di trentacinque album e numerose colonne sonore per spettacoli di danza, teatro e cinema. E’ laureata in musica all’Hampshire College ed ha studiato improvvisazione vocale con Dhanashree Pandit Rai al JIVI (Jazz India Vocal Institute) di Bombay. Ha fondato gruppi quali Billy Tipton Memorial Saxophone Quartet (ora The Tiptons) Tone Dogs, Pale Nudes, Quintetto alla Busara e Hell’s Bellows! e suonato in tour e in studio con Curlew, Accordion Tribe, The Science Group e Il Parto delle Nuvole Pesanti.

Fabrizio Spera e Luca Venitucci sono componenti del trio Ossatura con cui hanno inciso due album e realizzato numerosi tour in Italia e all’estero, oltre a condividere numerosi altri progetti di musica improvvisata e composta. Individualmente sono inoltre componenti di gruppi quali Blast e Ardecore, nonchè collaboratori di improvvisatori quali Leo Smith, Phil Minton, John Butcher, Annette Krebs, Burkhard Beins, Jack Wright, Tim Hodgkinson, Wolfgang Fuchs, Otomo Yoshihide e Chris Cutler.

www.amydenio.com
www.myspace.com/deniomusic
www.myspace.com/lucavenitucci

22.3.09 Antje Vowinckel

Posted in date già passate on febbraio 1, 2009 by iatoconcerti


Domenica 22 marzo
ore 22:00
Il Cantiere
Via G. Modena 92, Roma

iato presenta

Antje Vowinckel

“Call me yesterday”
Composizione testuale-sonora basata su corsi internazionali di lingue
(durata: 50′)

Live-performance
Antje Vowinckel: voce, organo elettrico, percussioni, azione
(durata: 15′ circa)



antje2
photo (c) 2001 Peter Bajer



Antje Vowinckel è una regista, autrice e compositrice residente a Berlino. Ha studiato letteratura e musica e suonato il flauto in orchestre classiche e gruppi jazz. HA avuto commissioni per lavori radiofonici e spettacoli da diverse emittenti radiofoniche tedesche (WDR, SWR, BR) e da festival internazionali (ZKM Karlsruhe, TESLA BERLIN, Biennale Bonn, Prix Italia, Festival for Contemporary Music Alicante).

Suoi lavori sono stati presentati e trasmessi in Germania, Francia, Spagna, Svezia, Austria, Svizzera, Italia, Repubblica Ceca, Finlandia, Estonia, Lituania, Croazia, Portogallo.

In tempi recenti ha esteso la sua attività agli ambiti della live performance, dell’installazione e della composizione video. La sua ricerca si concentra sulle qualità musicali della voce parlata e su modi inusuali di integrare il testi, musica e video. Diversi dei suoi lavori fanno uso di frammenti documentaristici di voce parlata che vengono trasposti all’interno di una struttura musicale. Nei suoi lavori fa uso sia di strumenti ordinari ed elettronici che di suoni provenienti dalla vita di tutti i giorni presi in funzione di tramite tra la musica e la narrazione.
www.antjevowinckel.de